Su Caravaggio a Siracusa sono necessari alcuni interventi

Michelangelo_Caravaggio_010Ho da sempre ritenuto l’allontanamento forzato del Seppellimento di Santa Lucia del Caravaggio, dopo solo pochi anni dal suo rientro trionfale nell’abside della basilica di Santa Lucia extra moenia, una scelta sbagliata, che ha segnato pesantemente la fine di un progetto di riqualificazione della Borgata, riqualificazione rafforzata dall’apertura al pubblico della Catacomba di Santa Lucia, da me fortemente voluta e realizzata alla fine dello stesso anno. I dati relativi alla vendita dei biglietti dimostrano inequivocabilmente che il binomio quadro/catacomba esercitava un forte potere di attrazione sui visitatori. Che senso ha avuto veicolare i nostri turisti nel solito percorso ortigiano quando quel periodo in cui è stato possibile vedere insieme il luogo del seppellimento di Santa Lucia e il dipinto che fissa quel momento, è bastato a dimostrare quanto funzioni la delocalizzazione dell’offerta turistica? I lavori nella Basilica fuori le mura sono stati completati; l’impianto di allarme, che ha comportato una spesa non indifferente, è ancora lì, l’umidità dell’area absidale di una chiesa, specialmente quella di risalita, può compromettere un affresco, ma per nessuna ragione può pregiudicare il posizionamento di un quadro, che risponde a criteri diversi dato che non deve necessariamente aderire alla parete e può essere posto a una certa altezza. I rimedi per l’umidità e per una corretta collocazione del Seppellimento ci sono; quello che è mancato è stata la volontà politica di chi ha amministrato la città negli ultimi anni. Mi impegnerò per interventi concreti di salvaguardia, valorizzazione e fruizione del patrimonio archeologico e storico-artistico della nostra città.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Condividi sul tuo social preferito