Sono lieta di accettare l’incarico di Assessore Regionale ai Beni Culturali conferitomi dal Presidente Crocetta

ms primo pianoSono consapevole di ereditare una situazione difficile, che solo un impegno costante e una disponibilità continua al dialogo mi consentirà di superare. Metterò a disposizione della Giunta Crocetta tutte le mie energie e competenze affinché la politica di riforme che questo Governo sta portando avanti possa essere applicata anche a un settore delicato e strategico come quello dei Beni Culturali in Sicilia. Parto dall’esperienza di una mobilitazione che mi ha vista in prima linea nella difesa del paesaggio, dei nostri beni archeologici e paesaggistici, unici al mondo, nostra delizia e nostra condanna, dato che non sappiamo fargli girare intorno l’economia, come meriterebbero.

L’Europa è consapevole di quale sia la sua ricchezza effettiva rispetto ad una concorrenza globale schiacciante: non ci sono pozzi di petrolio, né diamanti, né materie prime ma c’è la cultura e la cultura è economia, porta turisti e traina lo sviluppo. Cultura e turismo sono un binomio imprescindibile, soprattutto in Sicilia, e ciò spiega la scelta condivisa con Michela Stancheris, nuovo assessore al Turismo Sport e Spettacolo, di aprire un tavolo permanente di collaborazione tra i due assessorati perché è evidente che i destini dell’uno sono legati a quelli dell’altro e che tra la propaganda e la costruzione di una strategia mirata ad attrarre turisti c’è un divario incolmabile e a nulla vale la promozione turistica se non è supportata da interventi concreti di salvaguardia e valorizzazione del patrimonio archeologico e storico-artistico delle nostre città.

C’è una necessità urgente di mettere a punto misure più efficaci e un adeguato sostegno tecnico e finanziario per gestire al meglio e valorizzare i beni culturali. Credo fortemente nella divulgazione e nella condivisione della conoscenza, di cui il web rappresenta lo strumento più idoneo; se c’è una valorizzazione negata in Sicilia è proprio quella affidata al web, noi quasi non esistiamo in rete, bisognerà produrre cultura in modo più innovativo (portali, digitalizzazione, risorse virtuali). Sfide significative ci attendono nel saper chiedere e utilizzare i finanziamenti europei senza trucchi e senza inganni.

Il mio impegno si inserisce nel solco delle politiche del Presidente Crocetta e sarà incentrato su interventi di riforma del settore, sul taglio agli sprechi, sulla valorizzazione del nostro patrimonio artistico e culturale portando i musei a standard europei, favorendo la sinergia tra università e sovrintendenze come avviene in Europa.

Mi trovo in totale sintonia con i provvedimenti in atto negli altri Assessorati in questa grande stagione riformista che il Presidente della Regione sta portando avanti in Sicilia e la mia candidatura al Senato con il Megafono alle ultime elezioni politiche ne testimonia la mia vicinanza politica. Naturalmente, non appena mi sarò insediata e avrò avuto modo di conoscere il personale dell’Assessorato, convocherò una conferenza stampa per definire le linee programmatiche e aggiornare i media, non ho intenzione di fare rotazioni o cambiamenti ma di valorizzare le competenze interne.

Siracusanews 3 aprile sicilia 4 aprile Sicilia 4 aprile 1 pagina Palermo notizie 3 aprile Giornale di sicilia 4 aprile gds 4 aprile Giornale di Sicilia 7 luglio

Condividi sul tuo social preferito